La Terapia con il Mezzo del Cavallo non è quindi né una mera attività ludica né una terapia alternativa a quelle tradizionali. Essa applica le tecniche standard di progetto per incontri a scuola e maneggio con un mezzo particolare, il cavallo. Si avvale cioè delle competenze di psicologi, medici, fisioterapisti, psicomotricisti, terapisti occupazionali che, in collaborazione con pedagoghi ed istruttori d'equitazione, impostano il loro protocollo di riabilitazione e rieducazione abituale. Nel Centro operano tutti professionisti in possesso degli adeguati titoli di studio ed abilitazione alla professione. Alcuni di loro hanno inoltre frequentato corsi di perfezionamento presso la Scuola Nazionale A. Associazione Nazionale Italiana Riabilitazione Equestre. Ad essi si affiancano i tirocinanti ed alcuni volontari, che coadiuvano terapeuti e terapisti nei rapporti con il cavallo, ma non intervengono negli aspetti riabilitativi e rieducativi. II Centro opera in tre aree: Le attività sono impostate in modo da richiedere e favorire la collaborazione con gli altri: Le attività proposte sono tarate per essere svolte insieme e richiedono da parte dei ragazzi una divisione dei compiti ed il coordinare il loro agire. Le attività anche se svolte in gruppo avranno una taratura individuale in modo da favorire l'autonomia e la crescita personale. Il personale della cooperativa dà disponibilità ad accompagnare i ragazzi al ritorno dal maneggio.

Progetto per incontri a scuola e maneggio Lascia un commento

I sotto-gruppi saranno costituiti da circa 5 ragazzi e verranno definiti sulla base della comunanza di problematiche presentate o sulla possibilità di aiuto che ogni situazione potrà dare alle altre. In generale, si prevede che le varie fasi del progetto si svolgano da dicembre a maggio dell'anno successivo. Le risorse economiche sono necessarie al pagamento dei professionisti coinvolti nello svolgimento delle varie fasi di attuazione del progetto, al materiale ed alle strutture necessarie allo svolgimento delle attività psico-pedagogiche, tra cui anche il cavallo ed il maneggio. Accanto agli incontri con i ragazzi, verrà data la disponibilità agli insegnanti per affrontare problemi specifici, per favorire la comprensione delle dinamiche e trovare delle risposte di fronte agli episodi di bullismo ed emarginazione interni alle classi. Il cavallo è morbido e caldo al tatto, ci da forti stimolazioni olfattive, il suo muoversi alle tre andature passo, trotto galoppo è caratterizzato essenzialmente dal ritmo, anche il solo starci sopra ci offre stimolazioni cinestesiche ed il piacere di essere cullati e dondolati. PEI, relazioni, test, materiale scolastico ; colloquio con le insegnanti per avere la loro visione del bambino e della classe; osservazione del bambino nella relazione con i compagni e con gli insegnanti; interazione con il bambino; somministrazione di test specifici da utilizzare anche a conclusione del progetto Strutturazione: Partendo dalla conoscenza e dalla comprensione dell'alunno diversamente abile, si potrà definire un intervento psico-pedagogico mirato all'emergere delle potenzialità individuali in un ambiente fortemente motivante come il maneggio. Accanto agli incontri con i ragazzi, verranno inoltre effettuati degli incontri formativi con le insegnanti, per favorire la comprensione ed il confronto rispetto al disagio psicologico che i pre-adolescenti e gli adolescenti presentano ed alle sue diverse forme di espressione. Il suono ed il corpo verranno utilizzati in chiave esplorativa e creativa in un'esperienza nella quale tutti possano essere facilmente coinvolti. Le fasi principali del progetto saranno: Si potranno prevedere anche degli incontri formativi rivolti agli insegnanti su tematiche da loro ritenute importanti. I bambini avranno modo di vedere il luogo in cui vive il cavallo e conoscerne ed osservarne le abitudini.

Progetto per incontri a scuola e maneggio

GLI INCONTRI: La durata, gli argomenti trattati e il calendario degli incontri saranno da concordarsi secondo le disponibilità della scuola e adattate alla fascia d’età dei bambini, possono essere configurati come unica gita, anche solo di poche ore, oppure come percorso formativo durante l’anno. per la scuola primaria e secondaria. OBIETTIVO GENERALE E TIPOLOGIA DEL PROGETTO. - eventuale gita in maneggio per tutte le classi alla fine del progetto. Obiettivi: in linea In particolare, il presente progetto propone degli incontri nelle classi, caratterizzati non da una metodologia di tipo didattico come seminari o lezioni frontali. PROGETTO “ LA SCUOLA PRIMARIA AL CENTRO IPPICO” Il pony, simpatico animale, è un formidabile maestro di scuola per il bambino! E l’equitazione, non è un’esagerazione affermarlo, è ricca di virtù educative! quarta e quinta: 6 incontri di un’ora ciascuno. SCUOLA-EQUITAZIONE: UN PROGETTO EDUCATIVO SPECIFICO PER IL BAMBINO cui spetta il ruolo di mediatore fra bambino, cavallo e ambiente. In maneggio, l’operatore rappresenta il punto di riferimento, il detentore delle regole e delle con la natura stimola la curiosità e l’interesse per nuove scoperte e può contribuire.

Progetto per incontri a scuola e maneggio